lunedì 13 maggio 2013

Lievito madre con uva passa



Questo lievito è stato realizzato con l'uva passa (o uvetta) ormai da circa 6 mesi ed in tutto questo tempo mi ha dato tante soddisfazioni, in quanto è molto generoso nella lievitazione e favorisce un gusto speciale a tutto quello che realizzo, infatti mi considero sua mamma e sta facendo diventare questa casa quasi un panificio. 

Ecco cosa ho utilizzato per la sua creazione:


300 ml. di acqua san benedetto

150 g. di uva passa
75 g. di zucchero
un barattolo a chiusura ermetica sterilizzato



Procedimento:

Mettere l'acqua nel barattolo e sciogliervi lo zucchero. Unire l'uva passa e tappare. Conservare in un luogo buio per sette giorni.


Ogni giorno squotere il barattolo.


Al settimo giorno filtrare il liquido ed usarne 50 ml impastandoli con i 100 g. di farina. 

Porre l'impasto in una terrina coperta da pellicola ed aspettare 24 ore.

 Et voilà il lievito

Questo lievito andrà riposto in un contenitore ermetico precedentemente sterilizzato e pesato(questo sarà utile per conoscere l'effettivo peso del lievio) e successivamento conservato nel frigorifero.
Il rinfresco andra effettuato ogni 6 o massimo 7 giorni nel seguente modo:
Togliere il lievito dal frigorifero pesarlo, toglierne una parte ( ma non buttarla perché sarebbe un peccato mortale), in base a quanto se  ne vuole rinfrescare, poi aggiungere pari quantità di farina manitoba, un cucchiaino di zucchero di canna,  miele o malto, e 80% del peso del lievito d'acqua non dal rubinetto leggermente tiepida. Amalgamare gli ingredienti con un cucchiaio ma non troppo, tappare o foderare con la pellicola il contenitore che si è usato e porlo a lievitare sino a che raddoppia di volume in un luogo lontano da spifferi (io uso il fornetto a microonde). Trascorso il tempo necessario riporlo nel frigorifero. Per l'utilizzo rimando ai post dedicati a questo argomento


Pane integrale con lievito madre